Al servizio dello sport. Dal 1976.

Il Rollclub Scuola di Pattinaggio Associazione Sportiva Dilettantistica è stata fondata da Sandro Morandin nel 1976.

In 42 anni di attività ha ottenuto con i propri atleti importanti risultati nel settore del pattinaggio artistico, pattinaggio corsa e downhill.

Ai campionati mondiali di pattinaggio artistico 6 medaglie d’oro; ai campionati mondiali di pattinaggio corsa 4 medaglie d’oro.

Inoltre numerose medaglie a Campionati Europei, Coppa Europa e Campionati Nazionali. Molti atleti hanno vestito la maglia azzurra in competizioni internazionali.

Risultati e traguardi raggiunti grazie ad un lavoro qualificato ed a una struttura organizzativa di primordine; il presidente Sandro Morandin si avvale di uno staff tecnico qualificato coordinato dal Direttore Tecnico Ezia Signorini allenatrice di molti atleti azzurri. Da alcuni anni il Rollclub ha allargato la sua attività anche alla specialità del pattinaggio corsa e del down hill, operando in vari comuni della Provincia, oltre a Padova e a Maserà di Padova.

Ben 8 atleti sono stati convocati in nazionale negli ultimi anni: Daniel Morandin ( medaglia d’oro e d’argento CONI al valore atletico, 4 ori mondiali, 5 argenti mondiali, 4 titoli europei, 5 italiani), Sara Zaggia (medaglia di bronzo ai Campionati Mondiali e 2 Titoli europei, 3 titoli italiani), Nicola Marenda, Gaia Maritan, Beatrice Cesaro, Federico Bottaro, Chiara Babetto.

Sul fronte organizzativo da 18 anni il Rollclub organizza il Padova Grand Prix Pattinaggio Mondiale, un evento a livello mondiale nato per il pattinaggio corsa, trasformatosi poi negli ultimi tre anni in  un appuntamento di artistico al quale i padovani sono molto affezionati.

Il CONI ha insignito il Rollclub per l’organizzazione di questi eventi mondiali con la Stella di bronzo al merito sportivo, ed il  prof. Sandro Morandin della stella di Bronzo al Merito Sportivo.

Nella classifica di società FIHP il Rollclub è Società Campione d’Italia 2008, 2010 e 2016 per la specialità Solo Dance.

Cosa facciamo

Siamo pattinatori, esperti di “rotelle”. Con i pattini ai piedi siamo artisti, coreografi, velocisti. Ecco le nostre principali attività.

Pattinaggio artistico

Pattinaggio corsa

Campionato Downhill

Saluta i nostri atleti

Con noi abbiamo atleti che hanno deciso di mettere i pattini ai piedi, dedicando loro tempo e sudore.
Tempo e sudore, in cambio di passione e soddisfazioni.

Sedetevi a osservare chi è in pista e
domandatevi cosa vi sta raccontando.

Daniel Morandin

Luogo e data di nascita: Savona 10 Gennaio 1988

Altezza: 178 cm

Peso: 72 Kg

Società sportiva: Rollclub ASD

Specialità praticate: Solo Dance, Coppia Danza

Allenatori: Ezia Signorini, Beatrice Lotti, Lorenza Residori

Coreografo: Giuseppe Arena

Daniel nasce a Savona nel 1988 da mamma Ezia e da papà Sandro; presto si trasferisce a Maserà di Padova dove inizia la pratica del pattinaggio artistico a rotelle all’età di 2 anni.
E’ convocato la prima volta in nazionale italiana nella specialità coppia danza con la partner Sofia Bruscoli (finalista a Miss Mondo 2006 e valletta televisiva RAI ).
Dopo tanti podi in coppe e competizioni internazionali si laurea finalmente campione europeo sia di solo dance che di coppia danza, rispettivamente nel 2005, 2007 e nel 2006.
Il 24 giugno 2007 si laurea campione nazionale della massima categoria nella specialità solo dance international e negli stessi giorni si diploma al liceo scientifico tecnologico.
Nella sua carriera si è allenato con i migliori allenatori, preparatori atletici e coreografi del mondo per la specialità del pattinaggio artistico e con Giuseppe Arena, coreografo di fama internazionale ex primo ballerino della Scala e coreografo di molte medaglie olimpiche di pattinaggio su ghiaccio.
Nel febbraio 2013 inizia la collaborazione con la 6 volte campionessa del mondo di coppia danza Melissa Comin de Candido ed in pochi mesi di lavoro la coppia balza al vertici mondiali: medaglia
d’argento nel 2013 e campioni mondiali a Reus (Spagna ) nel 2014 registrando il punteggio più alto dell'intero campionato; nello stesso anno conquista anche il titolo mondiale del solo dance.
Nel 2015 la coppia si scioglie per motivi di lavoro di Melissa diventata nel frattempo medico e Daniel nel frattempo si prepara per il mondiale 2016 disputatosi a Novara conquistando l’oro con il suo programma “Rinascita”.
Nel 2017 oltre ad allenarsi nel solo dance specialità in cui ha conquistato il titolo nazionale
seniores, ha ripreso la specialità della Coppia danza, con una nuova partner, Anna Remondini (Forlì Roller). In pochi mesi di durissimo lavoro la coppia vince il campionato Italiano (Ponte di Legno, Brescia), Il campionato Europeo (Roana, Vicenza) ed il campionato del Mondo (Nanjing, Cina).
Daniel è dal 2007, anno di passaggio nella categoria Seniores, 6 volte campione del mondo, 6 volte vice campione del mondo, 3 volte campione europeo e 8 volte campione nazionale assoluto.
Il CONI lo ha insignito per 3 volte della “medaglia d’oro al valore atletico”

Nicola Marenda

Data di nascita: 21 Aprile 1997

Luogo di residenza: Maserà di Padova

Anno di inizio attività di pattinaggio: 2002

Risultati in competizioni ufficiali:

2018:
- 2º campionato italiano spec. grande gruppo,
- 3º campionato italiano spec. piccolo gruppo,
- vice-campione europeo spec. grande gruppo;

2017:
- 4º posto al campionato italiano solo dance,
- 5º posto al campionato italiano spec. piccolo gruppo,
- 4º posto ai Campionati Europei in solo dance e coppia danza,
- 2º posto alla Coppa delle Nazioni spec. piccolo gruppo;

2016:
- Campione Italiano spec. Solo dance,
- Vice-Campione Mondiale spec. Solo dance;

2015 e precedenti:
- Vice-Campione italiano, europeo e mondiale spec. Solo dance nel 2015,
- 3º posto Campionati Europei spec. coppia danza nel 2014;
- vice campione italiano nel 2012 spec. solo dance;
- 6º coppa Europa spec. solo dance nel 2012.

Nicola ha scelto il pattinaggio come sport e lo ritiene l’espressione massima di sé senza uso di parole.
Questo è quello che ci racconta: “Dedico a questo sport moltissime ore della mia vita, ma non è un peso, anzi, ormai è parte di me! Mi sento debitore a questo sport.

La più grande soddisfazione che mi potrebbe dare sarebbe quella di raggiungere un podio mondiale o, ancora di più, rimanere nella storia di questo sport a livello mondiale.
Consiglio questo sport ai più piccini perché a livello atletico è un degli sport più completi quasi come il nuoto, a livello emotivo perché crea un palcoscenico intorno a sé che poi è difficile lasciare, ogni giorno ti fa vivere emozioni diverse.

Il mio mantra? Cercate di rendere una vostra passione un motivo per cui affrontare le proprie giornate, anche nei momenti più bui! Vi saprà ripagare e rendere orgogliosi di voi stessi.

Gruppo Déjà Vu

La disciplina del pattinaggio artistico comprende oltre al singolo, coppia e solo dance anche il gruppo spettacolo che ha avuto in questi ultimi anni una forte crescita sia tecnica che numerica.

Su sollecitazione di Daniel Morandin nel 2016 il Rollclub ha deciso di cimentarsi anche in questa specialità, una mossa azzardata in quanto tutti gli atleti che avevano scelto di far parte di questo gruppo avevano come peculiarità una preponderante individualità dettata dalla specialità praticata. Ma il valore aggiunto era soprattutto il bagaglio tecnico che questi ragazzi avevano e l’esperienza sul campo in competizioni nazionali ed internazionali.

E così nel 2016 sotto la guida del coreografo Daniel Morandin e dell’allenatrice Ezia Signorini questo nuovo gruppo si è presentato al campionato regionale vincendolo confermando poi l’oro anche al campionato italiano nella categoria divisione nazionale.
L’anno successivo per regolamento, il gruppo ha dovuto cimentarsi nella categoria internazionale: un salto non indifferente considerando il livello delle compagini presenti confermatesi da diversi anni ai vertici mondiali.

Con impegno e serietà con qualche defezione durante il percorso per infortuni vari, il “Gruppo Déjà Vu” si è classificato al 5° posto dietro ai fuoriclasse della specialità e superando comunque gruppi molto affermati da anni.
Questo risultato ha permesso ai ragazzi del Rollclub di partecipare in Spagna alla Coppa delle Nazioni dove hanno ottenuto una insperata medaglia d’argento.

Ma l’entusiasmo dell’insperato successo ha lasciato presto il posto all’impegno per la nuova stagione sportiva che si è presentata con tante speranze ma anche con una grande responsabilità per le aspettative che la società, i tecnici ed i sostenitori riponevano in loro.
Il campionato regionale disputatosi a Bassano in febbraio ha visto il gruppo Déjà Vu essere competitivo anche nei confronti dei campioni in carica: la medaglia d’argento è stato un grande risultato.
Ma i tecnici del Rollclub consapevoli che al campionato nazionale si giocavano le convocazioni internazionali hanno intensificato la preparazione per poter arrivare pronti a questo decisivo appuntamento. L’aspetto che preoccupava maggiormente era lo stato di forma in quanto almeno la metà dei componenti del gruppo stavano uscendo da una brutta influenza e da malanni vari.
Il giorno fatidico è arrivato e 12 atleti decisi ad affermare il loro valore sono scesi in pista al PalaZoppas di Conegliano incitati dai supporters. I gruppi partecipanti in questa categoria sono risultati 24 e l’ordine di entrata in pista estratto, li vedeva entrare per ultimi.
Prima di loro si è esibito il Gruppo Roma Roller Team, nel 2017 4° ai campionati italiani e convocato ai mondiali sempre l’anno scorso ed il Gruppo Division, Campione mondiale in carica che ha offerto una grande performance.

Il brano presentato dal Gruppo Déjà Vu “ Noi, tessitori di sogni”, ci fa entrare nell’immaginario mondo dei tessitori di sogni, creature che vivono ai margini del nostro cammino e che abitano le storie e i ricordi dell’infanzia, che raccolgono ciò che è perduto perché venga ritrovato:sensazioni, ricordi, desideri..che riempiono la vita di tutti i giorni. Lottano contro le negatività,contro la rinuncia,contro l’indifferenza per regalarci la possibilità di realizzarci.
C’è un momento magico nella nostra vita in cui tutto può concretizzarsi: “Come la luna illumina la notte, noi tessitori di sogni, contro ogni avversità facciamo risplendere la vita. Credi, osa e realizza i tuoi sogni, ora!”. Questo è il motto che il gruppo Déjà Vu ha fatto suo.

L’esecuzione del gruppo Dejavù è stata emotivamente coinvolgente di alto livello, con elementi coreografici e tecnici di assoluto valore che ha permesso il suo inserimento nella rosa dei “grandi” della specialità; il terzo posto è stato un importante riconoscimento alla sfolgorante ascesa; dopo soli tre anni dalla sua nascita, questo gruppo ottiene così il diritto a partecipare al Campionato del Mondo che si disputerà nella prima quindicina di ottobre a Parigi!

I COMPONENTI DEL GRUPPO DEJAVU 2018

Chiara Babetto
5^ classificata all’Open de dance International solo dance cadetti 2011; campionessa italiana piccolo gruppo divisione nazionale 2016; medaglia d’argento alla Coppa delle Nazioni 2017 piccolo gruppo international.

Federico Bottaro
Campione italiano coppia danza divisione nazionale 2008, 2009, 2010 e 2015; 2° juniores solo dance Open de Dance International Hettange. Campione italiano piccolo gruppo divisione nazionale 2016.

Lara Casotto
Campionessa italiana 2010, 2012, 2014 e 2015 specialità solo dance divisione nazionale. Campionessa italiana piccolo gruppo divisione nazionale 2016; medaglia d’argento alla Coppa delle Nazioni 2017 piccolo gruppo international.

Valeria Danieletto
Campionessa italiana 2017 specialità solo dance divisione nazionale. Campionessa italiana piccolo gruppo divisione nazionale 2016; medaglia d’argento alla Coppa delle Nazioni 2017 piccolo gruppo international.

Gracia Maria Gallina
4^ campionato italiano 2017 specialità solo dance divisione nazionale. Campionessa italiana piccolo gruppo divisione nazionale 2016; medaglia d’argento alla Coppa delle Nazioni 2017 piccolo gruppo international.

Nicola Marenda
Vice Campione Mondiale Juniores solo dance 2015 e 2016, campione italiano solo dance juniores 2016. Medaglia d’argento alla Coppa delle Nazioni 2017 piccolo gruppo international.

Gaia Maritan
Campionessa italiana 2015 e 2017 solo dance divisione nazionale; 1^ classificata all’Open de Dance International coppia danza. Campionessa italiana piccolo gruppo divisione nazionale 2016. medaglia d’argento alla Coppa delle Nazioni 2017 piccolo gruppo international.

Ilaria Michelon
Campionessa Italiana 2017 solo dance divisione nazionale. Campionessa italiana piccolo gruppo divisione nazionale 2016; Campionessa italiana piccolo gruppo divisione nazionale 2016. medaglia d’argento alla Coppa delle Nazioni 2017 piccolo gruppo international.

Eleonora Moro
Campionessa europea ed italiana coppia artistico jeunesse 2010 e 2011; campionessa mondiale, europea ed italiana piccolo gruppo international 2016 e medaglia d’argento campionati italiani ed europei nel 2015; medaglia d’argento campionati italiani europei e mondiali nel 2017. Nella categoria grandi gruppi argento ai nazionali e bronzo ai mondiali nel 2008; argento agli italiani e 6^ ai mondiali nel 2011

Giorgia Moro
Campionessa italiana, europea e mondiale coppia artistico 2003; campionessa italiana, europea e mondiale piccolo gruppo international 2016. Nella categoria grandi gruppi 2^ ai campionati italiani e 3^ ai mondiali nel 2008. Nel 2011 2^ ai campionati italiani e 6^ ai campionati mondiali.

Aurora Nicoli
Atleta della categoria jeunesse internazionale. Campionessa italiana piccolo gruppo divisione nazionale 2016. Medaglia d’argento alla Coppa delle Nazioni 2017 piccolo gruppo international.

Filippo Scotton
Campione italiano, europeo e mondiale piccolo gruppo international 2014, 2015 e 2016; Campione italiano ed europeo piccolo gruppo 2017. Campione europeo 2007, 2008, 2009, 2010, 2011 gruppo jeunesse. Campione italiano gruppo jeunesse 2007, 2008, 2010, 2012, 2013. 3 volte campione mondiale piccolo gruppo e 7 volte campione europeo.

Valeria Danieletto

Ha iniziato a pattinare nel 2003 (al Roll Club nel 2014)

2018: 3° posto campionati italiani piccoli gruppi
2017: 1° posto campionato italiano solo dance div. Naz. D
2016: 1° posto campionato italiano piccoli gruppi

Mi sono innamorata di questo sport dopo aver visto delle esibizioni in cui pattinavano atleti
bravissimi.

Mi ritengo un’atleta competitiva, ma comunque corretta.
Uno dei miei più grandi sogni si è già avverato: io ed il mio gruppo rappresenteremo l’Italia al prossimo Campionato del Mondo che si terrà a Mouilleron le Captif (FR) ad Ottobre 2018.

Sicuramente tra i miei obiettivi c’è quello di fare sempre meglio, di anno in anno.
Lo consiglierei a tutti i giovani, in quanto è uno sport meraviglioso che richiede impegno e
dedizione, ma dà davvero tante, tantissime soddisfazioni.

MESSAGGIO CHE VOGLIO LANCIARE:
Io penso che lo sport sia indispensabile per tutti i giovani, è importantissimo che ognuno si
identifichi nella disciplina che più lo rappresenta e che si ponga degli obiettivi, ma soprattutto che lotti per raggiungerli.
Lo sport tempra il carattere ed insegna ad accettare i fallimenti e ad apprezzare i traguardi
raggiunti.

Gaia Maritan

Data di nascita: 17/02/1999
Luogo di residenza: Polverara
Anno di inizio attività di pattinaggio: 2011

Risultati in competizioni ufficiali:

2018:
- 3ª classificata al campionato italiano FISR piccoli gruppi;

2017:
- 1ª classificata campionato italiano FISR e UISP;
- 2ª classificata coppe delle nazioni piccoli gruppi

2016:
- 1ª classificata campionato italiano piccoli gruppi Nazionale

2015 e precedenti:
- 1ª classificata campionato italiano FIPH nel 2015
- 2ª classificata Open Hettange coppia danza nel 2014
- 1ª classificata Open Hettange coppia danza nel 2012
- 3ª classificata Open Hettange coppia danza nel 2011

Onorificenze e premi ricevuti:
L’amministrazione comunale di Polverara per i successi sportivi conseguiti anno 2016, 1ª classificata al concorso Panathlon anno 2018.

Perché ho scelto il pattinaggio come sport ?
Dopo 6 anni di danza ho per caso conosciuto una ragazza che faceva già parte della squadra Roll Club, ho voluto iniziare per curiosità, ero piccola e inizialmente l’ho preso come un gioco! Successivamente ho capito che era la mia passione e ho iniziato a prenderla più seriamente.

Mi ritengo un’atleta tenace, leale, determinata, competitiva.

Ora come ora il mio obiettivo principale è fare il meglio possibile al campionato del mondo che si farà ad Ottobre in Francia.

Motiverei un giovane a iniziare a pattinare perché è uno sport che insegna valori, insegna a superare le proprie paure davanti a degli ostacoli, insegna a tirare fuori il meglio di sè stessi nei 5 minuti che si hanno a disposizione in gara e inoltre è uno sport che convoglia stati d’animo e preparazione a livello fisico! E inoltre si usano tutte le parti del corpo.

Qual è il messaggio che voglio lanciare?
Esistono droghe che fanno bene, una di queste è lo sport!

Manuel Schiavon

Anno di nascita: 2001
Anno di inizio attività di pattinaggio: 2010

Risultati più importanti in competizioni ufficiali:

2018
- Campione provinciale

2017
- Medaglia d’oro al Trofeo Internazionale di Oderzo
- Medaglia d’oro al campionato regionale UISP
- Medaglia d’argento al campionato regionale FISR
- 5^ classificato ai campionati nazionali
- 3^ classificato all’ Open de Danse Hettange Grande Francia

2016
- 2^ classificato ai campionati provinciali

2015 e precedenti
- (2015) 1° classificato Trofeo Pattino d’oro (Artistico)
- (2014) 2° classificato ai Campionati Regionali FIHP (Solo Dance)
- (2013) 4° classificato al Trofeo delle regioni (Artistico)

Ho scelto di pattinare perché è l’unico sport che è riuscito ad appassionarmi perché mi aiuta ad acquisire sicurezza, in pista mi sento libero e posso esprimere tutto quello che provo.
Sono un atleta con una grande passione, ma con poca autostima, però quando mi pongo degli obiettivi mi impegno per raggiungerli.
Il mio sogno è quello di arrivare ai livelli del pluricampione Daniel Morandin e di partecipare
quindi ai campionati mondiali. L’obiettivo per l’anno 2018 è quello di riuscire a qualificarmi per i campionati europei.
È uno sport completo e che regala molte emozioni e soddisfazioni, talvolta ci sono anche delle delusioni che però aiutano a crescere.

Il mio messaggio? Non mollare mai davanti alle difficoltà.

Ilaria Michelon

Anno di nascita: 2000
Anno di inizio attività di pattinaggio: 2008/2009

Risultati più importanti in competizioni ufficiali:
2018:
- Medaglia di bronzo al campionato italiano cat. Piccoli Gruppi div. Internazionale.

2017:
- Medaglia d’oro al campionato italiano cat Nazionale B, FISR
- Medaglia d’oro al campionato italiano cat Nazionale B, UISP
- Medaglia d’argento alla Coppa delle Nazioni, cat. Piccoli Gruppi, div. internazionale

2016:
- Medaglia d’oro al campionato italiano, cat. Piccoli Gruppi, div. nazionale

2015:
- Medaglia di bronzo al campionato italiano cat Nazionale A, FISR

Tutto è cominciato per caso quando mia cugina mi ha esortata a provare questo sport con lei. Da
allora è nata questa passione per la quale non sono più riuscita a smettere. Nel giro di pochissimo
tempo pattinare era diventata l’unica cosa che mi passava per la mente, vedevo i campioni e
ambivo a diventare come loro, sognavo di riuscire a trasmettere ciò che io stessa provavo
pattinando per cui la casualità che mi ha permesso di scoprire questo sport si è trasformata in una
mia scelta e volontà di continuare.

Tralasciando l’obiettivo della vittoria che è fisso nella mente di un agonista e che incentiva a dare
sempre il meglio di sé, il mio obiettivo principale è quello di riuscire a farmi ricordare da chi mi
guarda, quando entro in pista, in quanto sono dell’idea che se ciò accade allora significa che sono
riuscita a trasmettere qualcosa al pubblico, in particolare l’emozione che provo ogni volta che
pattino. Un altro obiettivo è quello di diventare giudice e contribuire a dare valutazioni più imparziali
e corrette, soprattutto nelle categorie internazionali.

Il mio sogno più grande è quello di diventare allenatrice e coreografa, poiché non potrò, purtroppo,
pattinare per sempre ma d’altra parte vedere un pattinatore dare vita anche a ciò che io non
riuscirò a fare durante il mio percorso sportivo, mi darebbe comunque un’enorme soddisfazione e
mi permetterebbe di restare nell’ambiente del pattinaggio.

Tanta grinta, tanta perseveranza ma soprattutto tanta umiltà.
Essere un’agonista è uno stile di vita
e il vero atleta si riconosce anche fuori dalla pista perché sa perdere e accettare di non essere
sempre il più forte, ma sa anche vincere senza essere arrogante soprattutto perché nessuno è
perfetto e nessuno vince sempre.

Anni di attività
42
Titoli mondiali
9
Titoli totali
201

Hai voglia di contattarci o venirci a trovare?

Scopri qui come